Vivendo volando

Local time at destination.

Allacciando le cinture,

su sedili di velivoli

più o meno reclinanti.

Giorni tra meridiani e paralleli

sorvolando, sorvolando

l’ im-mondo, logoro d’ abusi.

Nuvole a pecorelle sottostanti.

Approaching destination

incontriamo turbolenze,

e pulviscolo nell’ aria,

e polvere alla polvere.

Fabbri, non creatori,

immagine e somiglianza,

e capri espiatori,

sopravviviamo, testimoni, 

fino all’ arrivo.

Volo in discesa

 

Cambia le cose il tempo,

logora i tendini, assottiglia il legno,

amaro al palato è il ricordo

di dolci promesse avverate.

Stiamo arrivando, in discesa

lentamente planando

in vacue percezioni

di buio animale

si perde quota. È condanna,

che liquida il sogno

librato,  provvisorio,

volatile precario,

i muscoli metallici

pesanti più dell’ aria.

La gravità è destino,

spasmo d’ attrazione,

irrealtà concreta

e quotidiana.

Legna da ardere

I giorni dell’ estate volgono al tramonto,
il tempo che s’ incurva è carico di frutti,
di solchi che attraversano una corteccia scura.
Mi piace dare ascolto ai sussurri più leggeri
ed anche a quel fruscio che fa il vento fra i rami.
Conosco posti noti che non visiterò,
e volti cari a cui mai più sorriderò.
Si sta tra inganni e torti,  fatti e ricevuti,
come la scia d’ un’ elica che il mare poi richiude.

Diagnostica

Cos' è? Una dipendenza,
tossicologia.
Misura di mancanza,
un complemento d’ essere,
confonde, fa inciampare.
Tremore tachicardico,
sindrome d’ astinenza,
scimmia fra le braccia,
vita tra parentesi.
 
Nel vuoto viscerale
un libero cadere.
Spada nelle vene,
gelo d’ un sudore,
flash d’ una presenza.
Il rinnovato attendere
ancora d’ un crepuscolo.