L’angelo di Giulio

Un nuovo racconto quasi natalizio e auguri di cuore a tutti!

HSE Tales

Io dell’incidente ricordo solo il botto.

Quando si guida su una superstrada, si va veloci, e l’ultima cosa che ci si aspetta è che un camion sbuchi da una stradina nascosta chissà dove e occupi la strada, quasi fermo, mentre tu sbuchi dalla curva. Non lo so se ho suonato, non lo so se ho sterzato, so che ho frenato forte, con la consapevolezza che mai e poi mai sarebbe bastato, mentre la fiancata del camion diventava sempre più grande e la scena rallentava come in una maligna moviola.

Poi il botto.

Il rumore, quello lo ricordo bene, un fragore orribile, l’eco mi è rimasta come un rombo basso nelle orecchie e ancora mi tormenta, soprattutto di notte. Dopo più niente, solo buio.

È curioso, svegliarsi in un ospedale con gli addobbi natalizi, sembra quasi una contraddizione in termini, c’è qualcosa di meno natalizio che trovarsi ricoverati? Poi…

View original post 1.064 altre parole

che ne pensi ?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.