Nostos

Notturno

Ritorna, è vero, ecco che ritorna, 

la vita circolare, dove sempre  

rivolgi il tuo cammino ad Occidente,  

convinto di raggiungere il tramonto  

all’ orizzonte, e infine riconosci

le luci familiari di anni ingenui. 

 

La fonte dell’eterna giovinezza  

compare come un tenue arcobaleno  

nell’ aria dirimente di un mattino. 

Rapido movimento tra le foglie, 

fugace balenare d’ un sorriso, 

effimera l’essenza dei fantasmi. 

 

La fine che è principio è più fatale 

che perdersi nei boschi a tarda sera. 

Annunci

7 commenti su “Nostos

  1. lapotessarossa ha detto:

    Ma questo è un invito, vero?

    Che belli che sono questi versi. Come sono docili, anche se così amari. Mi piace questo tuo ritorno poetico. Era un po’ che se ne stava nascosto. E’ perfetta. E’ la migliore, e se te lo dico io puoi crederci. Non ci sono altri commenti o interpretazioni. Si legge e si rilegge a bassa voce e le parole si appoggiano sulla pelle una per una. Calore. Frescura. Ombra. Nebbia. E’ fantastica.

    (tra parentesi sono risorta anche io e, citandoti con una citazione di antica memoria, mi sono sbrinata, per la precisione mi hanno sbrinata, se torni dalle mie parti scoprirai e poi ti mando un indirizzo dove trovarmi…che mi nascondo a casa di qualcun altro ogni tanto)

    baci!

    • melogrande ha detto:

      Grazie PR ! Mi fido assai del tuo giudizio, lo sai; per di più se lo cogli come invito sono ben contento. In effetti non scrivevo versi da parecchi anni, e non mi azzardo a dire che è un ritorno. Per ora è questo, e se dici che è la mia cosa migliore mi fa particolarmente piacere.

      • Paolo ha detto:

        Complimenti. Non volevo commentare, perché mi pareva banale. Banali di certo le mie parole. Inutili. La poesia mi piace tantissimo (la rileggerò ancora più volte) e condivido cosa ne dice “PR” (come mi fa piacere sentirla e saperla “ispirata”).

  2. tramedipensieri ha detto:

    Mai fine, sempre inizio…sia
    Un gran bel ritorno, complimenti!

  3. guido mura ha detto:

    Finalmente un po’ di buoni endecasillabi. Ogni tanto ne sento il bisogno, immersi come siamo nella prosa disarticolata e spezzata che spesso viene spacciata per poesia. Qui inoltre ci sono versi pregevoli, ad illustrare la nostra persistente odissea, il ritorno che perennemente riappare. Mi rallegra anche il nostos (o riapparizione) dei vecchi amici splinderiani..

che ne pensi ?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.