Contatti

Le vite si dispiegano nello spazio della realtà lungo traiettorie complesse ed irregolari, ciascuna a modo suo, spinte dalla necessità, dalle circostanze o più raramente da qualche inclinazione interna propria a ciascuna.

Nel percorrere le loro imprevedibili o talvolta prevedibilissime traiettorie, le vite a volte si sfiorano, entrano in contatto per un breve periodo prima di separarsi nuovamente, altre volte invece si attaccano l’ una all’ altra per un tempo più lungo, a volte persino rimangono attaccate.

Nel toccarsi e separarsi, certe vite sembrano a volte rincorrersi, cercarsi, mostrano strane attrazioni il più delle volte inconsapevoli. Può persino accadere che solo nel momento di un nuovo incontro, solo quando le traiettorie di nuovo si intersecano, solo allora si rendono conto di essersi a lungo cercate. Il che, naturalmente, non comporta alcunché, né impedirà loro di staccarsi nuovamente se a questo dovesse portare il gioco del caso, delle circostanze o delle inclinazioni.

Di questo conserveranno però memoria, come una sorta di sigillo, un’ impronta speciale e permanente che a volte, rare volte, le anime, senza intenzione o consapevolezza, incidono  le une sulle altre.

E’ un privilegio e non lo sanno.

Annunci

24 commenti su “Contatti

  1. tramedipensieri ha detto:

    Tu hai dato anima ai miei versi
    per lunghi mesi, senza saperlo forse
    ma questo non toglie niente al dono
    che mi hai fatto e che non ha l’eguale.”

    E’ sempre un “contatto”…
    e sempre lascia traccia…
    e sempre un privilegio….perchè domani sarà contenuto dentro uno scrigno e varrà oro.

    un bellissimo post…e vale per tutti gli incontri, piccoli e grandi, che si ha il privilegio di conoscere.

    buona giornata domenicale
    .marta

  2. guido mura ha detto:

    E poi sono quei contatti a far andare avanti il mondo

  3. Luna ha detto:

    Dolcissimo Minnaloushe, la Luna non scorderà mai di avere danzatore con te.

    • Luna ha detto:

      danzato

      • melogrande ha detto:

        Pallida luna, che trasognata vai per gli ampi cieli
        della sera, oh dimmi, di’ a quest’uomo ingiusto
        da quanto tempo sogni, da quante eternità?
        E quali cose hai visto in notti profonde e silenziose?

        B. Brecht

        • Luna ha detto:

          Endings

          Things do not explode,
          they fail, they fade,

          as sunlight fades from the flesh,
          as the foam drains quick in the sand,

          even love’s lightning flash
          has no thunderous end.

          it dies with the sound
          of flowers fading like the flesh

          from sweating pumice stone,
          everything shapes this

          till we are left
          with the silence that surrounds Beethoven’s head.

          derek walcott

  4. Pannonica ha detto:

    concordo. chi non resta “contaminato” dalle proprie esperienze e dai contatti con gli altri, vive con l’anima in sottovuoto. è un brutto vivere, se non inutile.

  5. pegappp ha detto:

    Sono stato portato qui da un commento di Pannonica ad un post sul mio blog. Beh, in effetti sembriamo in particolare sintonia oggi.
    Complimenti, bellissimo post.

  6. stileminimo ha detto:

    …qualcuna lo sa. 🙂

  7. Grazie Melogrande, grazie davvero. Cosa riesce a trasmettere Johnny Cash ! Confesso, tanta commozione quasi una lacrimuccia e i brividi.

    • melogrande ha detto:

      Credimi, una cover degli U2 superiore all’ originale non mi era mai capitata prima, e di questa canzone in particolare, poi…
      L’ intensità che raggiunge la voce di Johnny Cash è davvero commovente, bisogna avere sofferto tanto per cantarla così..

  8. germogliare ha detto:

    “un’impronta speciale”, per connessione arrivo e mi fermo qui. Stammibene, Melo!

  9. ilmiosguardo ha detto:

    Stupenda ma soprattutto verissima la tua riflessione, Melogrande!
    Concordo con ogni singola tua parola e ci aggiungerei che, siccome credo che nulla succeda per caso, io di questi intrecci, contatti, incroci cerco il senso, il motivo, che spesso rimane oscuro.

    Grazie per le tue parole
    buon tutto
    Ondina 🙂

    ps. One è stupenda, non potevi scegliere meglio 🙂

    • melogrande ha detto:

      Il senso c’è, anche quando facciamo fatica.
      Servirebbero parole come “destino”, e modelli di pensiero in cui non crediamo più.
      Ma che un senso ci sia, a dispetto di tutto, quello lo sentiamo dentro.
      Grazie a te e buon tutto, Ondina (un’ espressione che mi suona dentro, non immagini quanto).

  10. ilmiosguardo ha detto:

    Sono lieta che il “buon tutto” ti faccia piacere, Melogrande!
    Sai, è un augurio che gradisco molto anch’io 🙂 e quindi ogni tanto (ma non “a random” o “per default”) lo faccio agli altri….

    😀 🙂

che ne pensi ?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...