Ghost rider

A reazione avvenuta, i cieli si condensarono in un essere, fra i possibili. 
La creatura parve respirare, e poi abbassarsi pulsando fino ad avvolgere l’ orizzonte degli eventi in un grigiore accecante.
L’ uomo tentò di urlare, ma nessun suono uscì dalla nebbia densa.
Come un falco al termine della notte, il re della strada si rimise in cammino nella direzione del chiarore. Cinquantasei stelle basse sull' orizzonte.

La strada è tutto quello che abbiamo.


 

A reazione avvenuta, i cieli si condensarono in un essere, fra i possibili.

La creatura parve respirare, e poi abbassarsi pulsando fino ad avvolgere l’ orizzonte degli eventi in un grigiore accecante.

L’ uomo tentò di urlare, ma nessun suono uscì dalla nebbia densa.

Come un falco al termine della notte, il re della strada si rimise in cammino nella direzione del chiarore.

Cinquantasei stelle basse sull' orizzonte.

La strada è tutto quello che abbiamo.

 

Annunci

64 commenti su “Ghost rider

  1. melogrande ha detto:

    Non cominciamo a chiedere che vuol dire.
    Se lo sapessi ve lo direi.

  2. AromaEssenziale ha detto:

    Ho scritto un post sull'Unità d'Italia. E sull'educazione. Ci terrei a conoscere il tuo parere.

  3. astrogigi ha detto:

    Poi chiedi a me che funghi prediligo nel fornello della pipa…..

    comunque questo ridondare di orizzonte degli eventi ha chiare matrici inconsce…sarai mica arrivato qui da un white hole vero ?

    oppure hai trovato uno stargate aperto

    ciao

    GB

  4. melogrande ha detto:

    L' "orizzonte degli eventi" SUONA BENE, Astro… Non trovi ?

    ps
    dici che i funghi nel risotto non erano buoni ?
    Avevano uno strano colore, in effetti…

  5. SAMOTHES ha detto:

    Ho alcune domande, se posso: le cinquantasei stelle sono tutte allineate sull'orrizzonte o sono sparse un po' qua, un po' là… e poi: siamo dsicuri che il re della notte si sta incamminando verso il chiarore? Perchè rischia grosso. E' un suicida? E ancora: secondo te, quanti possono essere i cieli che si condensano all'orrizzonte? Due, tre o più di dieci? Grazie.

  6. SAMOTHES ha detto:

    P.S. i disegni sono bellerrimi! Davvero! 🙂 e i funghetti anche… ma dove li trovi?

  7. melogrande ha detto:

    Ehm, dunque… le cinquantasei stelle, già.
    Beh, formano una costellazione, suppongo …
    Il numero esatto di cieli che si fonde dovrebbe essere …secondo la teoria delle superstringhe, direi che, come sosteneva Einstein…insomma, è relativo, no ? (Qua se torna Astrogigi mi ammazza…)
    Poi cos' altro ?
    Ah sì il re della notte.
    Beh, mica possiamo pretendere che se ne resti lì in mezzo al buio e alla nebbia, no ? 
    Vede il chiarore e si fionda, che deve fare…

    Ci sono altre domande ?

  8. melogrande ha detto:

    Il disegno è mio, sono lieto che ti piaccia.
    (non sapendo se fosse più strambo lui o il testo, ho pensato che la cosa migliore fosse metterli assieme e vedere se facevano amicizia, come i bambini difficili a scuola …)

    I funghi invece no, quelli me li ha regalati il Brucaliffo, ha detto che lui ne aveva fumati abbastanza…

  9. SAMOTHES ha detto:

    No, non ho altre domande, sei stato abbastanza esaurito, grazie! 
    E mi piacciono sì i disegni, sono un Munch sdrammatizzato al cubo. Me piacciono assaissimo! Dicono molto. Ma molto proprio. Come il brucaliffo che pure da me, hoi visto no? passa spesso coi funghetti. Il blu e la flemma del bluicaliffo rassicura e inquieta. 

  10. SAMOTHES ha detto:

    mi scusi gli errori? Hai anzichè hoi e rassicurano e inquietano anzichè rassicura e inquieta. Pardon. Son i funghetti. Avrei un'altra domanda però che mi tormenta… perchè il re della notte non può stare al buio? Posso capire la nebbia, che forse c'azzecca meno, ma il buio è roba sua. Mica si spaventa, lui. A lui mi sa che gli piace. 

  11. feritinvisibili ha detto:

    L'ho letta pure al contrario, capovolgendo la fine e l'inizio, e mi piace assai: provare per credere. Sia se la leggi al contario parola per parola, sia se inverti solo le frasi, l'ultima diventa la prima e così via..
    Secondo me noi gente che si gira da queste parti (padrone di casa per primo) non abbiamo bisogno di mangiare funghi, ce li abbiamo nel sangue dalla nascita.

  12. astrogigi ha detto:

    melo, ho bocciato per molto meno…..

    però se mi metti nel libretto 2 o 3 funghetti…..

    anzi fai 2 dozzine: minimo per tentare una fusione vulcaniana….se no temo di non arrivarci a capire….

    lettura bidirezionale…stile Bach per intenderci ….

    e perchè non uan simmetria impossibile alla Maurits Cornelis Escher ?

    siiiiiiiiiiiiiiiii
    forse ci HO arrivato…cough cough…

    bungoooooooooooooOIIIIIIOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO

    GBBGgBbGAbacAb…..

  13. melogrande ha detto:

    SAMOTHES,
    ti ringrazio per la domanda…

    ordunque…Ehm… Sì, effettivamente, il re della notte al buio ci sta bene, lo dice anche il nome, si capisce…

    Però….forse…
    Ci sono ! 

    Dunque.
    Tutti cercano quello che non hanno, giusto ?
    E quindi lui, quando vede il chiarore, ne viene attratto… è l' OSCURO OGGETTO DEL DESIDERIO, no ?

    (Solo che essendo già oscuro lui, l' oscuro oggetto è il chiaro…)

    E' lampante  !

    (…sono tutto sudato…)

  14. melogrande ha detto:

    Feritin
    ti accontento subito, non hai che da parlare…

  15. melogrande ha detto:

    Astro,
    mettici pure anche Godel !

    (Il libro di Hofstadter è stato uno dei fondamenti della mia formazione giovanile, con Pirsig e Sagan)

  16. melogrande ha detto:

    SAMOTHES !
    Ma lo sai che poi non è il re della notte, è il re della strada che va verso il chiarore come un falco al termine della notte….
    Eh ?

    Torma al posto e ripassa, che la prossima volta ti interrogo !

  17. feritinvisibili ha detto:

    Melo Magician!
    Il testo scorrevole, bellissimo, grazie!
    Vedo che hai iniziato pure tu a parlare con le immagini..
    (ti invidio tantissimo le faccine animate che hai incollato qui sopra!)

  18. astrogigi ha detto:

    the last question: CUI PRODEST ?

    mi dai un sunto dell'utilità di siffatto carteggio telematico?

    Dissertazio sine labe originali concepta ?

    Oppure è  un C.D.D. sull'inutilità delle lettere ed in particolare della variante POESIA ?

    (adesso sei tu che mi martelli….)   :-))

    g                b GGb  BG  unz

  19. melogrande ha detto:

    Utilità, GB ?
    Non ce n'è !

    E' proprio per questo che mi piace.

  20. astrogigi ha detto:

    mmmmmmmmmmm

    no te comprendo

    solo incremento di entropia mentale ?

    o sfogo cutaneo ?

    mmmmmmmmmmmmmm

    meglio un sudoku allora

    che ne dici ?

    (sfida all'ok corral….)

  21. melogrande ha detto:

    Un po' come guardare le stelle…
    …o ascoltare la musica…

  22. astrogigi ha detto:

    mmmmmmmmmmmm 2 la vendetta…

    perchè a me guardar le Stelle magari ascoltando Mozart o i Genesis reagala qualcosa, mentre la poesia più o meno in rima mi fa solo incazzare ?

    sono io un rifiuto di un orizzonte degli eventi troppo basso ?

    o rifiuto io gli eventi troppo sotto l'orizzonte della mente ?

    così come rifiuto la tavola imbandita da cibi o vini dato che sono per me orpello inutile al fabbisogno di carburante del nostro scafandro di ciccia ?

    un popolo di obesi imbriagoni…altro che unità d'itaglia….

    qui sono tutti oversize….

    solo il primo gradino dei bisogni di base sappiamo cogliere (magnà, beve, e tr….)

    povera itaglia

  23. SAMOTHES ha detto:

    Astrogigi, a me piace soddisfare i bisogni primari che tu elenchi…. effettivamente, effettivamente… è così, non so andare molto oltre;
    però non mi sembrano al di sotto dell'orrizzonte della mente.
    Sarà che la mia mente ha l'orizzonte molto basso e sotto non ce po' stare più nulla. 
    E l'itaglia proprio per questo si arricchisce oltre misura, ma non fa male. 
    Fa più male se oltre all'orrizzonte basso si ha anche poca voglia o la capacità nulla di soddisfare i bosogni primari ricavando una certa soddisfazione.

    Melo, beh, sì… insomma, volevo vedere se sei una persona attenta.
    Ho appurato che no, non sei attento, però sei pro – brucaliffo e credo che ripasserò e che potrai interrogarmi, ma le domande permettimi di farmele io, che di solito rispondo meglio. Ma non è detto. 

  24. astrogigi ha detto:

    Samothes, cosa vuoi dire qui ?

    "Fa più male se oltre all'orrizzonte basso si ha anche poca voglia o la capacità nulla di soddisfare i bosogni primari ricavando una certa soddisfazione."

    a me mangiare porta via tempo per fare cose più interessanti.
    Non capisco cosa ci sia di divertente nell'ubriacarsi o nell'appesantire con inutili orpelli lipidici involucri già di per se inefficienti.

    Ho sempre pensato che chi ragiona con il ventre potrà al massimo diventare ricco di chili
    se poi molti fanno gran soldi sull'abbufarsi incongruo delle masse, mi sembra ancora più stolto.

    ma tant'è: se siamo a questo punto è perchè ormai non conta nulla se non un piatto di leccornie e una bella sbronza per dimenticare il mondo malato che ci ospita.

    Un terzo della vita ce lo ruba il sonno
    un terzo ce lo ruba il nutrimento
    ci rimane un terzo per che cosa ?

    io non ci sto.

    libero sono come liberi siete.

    ergo: 7 minuti al giorno per mangiare sono anche troppi, per me.

    quelli che non uso io, li regalo a voi

    fatene scorpacciate.

    salut

  25. SAMOTHES ha detto:

    Astrogigi, io mangio perchè il gusto mi ricorda quanto può essere "buono e gustoso" il mondo. Mi siedo e con calma degusto, assaporo, medito, mastico, deglutisco e mi beo. Non mi ubriaco, mai, perchè non ho nulla da dimenticare; semmai ho tutto da cogliere, da percepire. E allora mi piace sentire il sapore del vino e mi piace sentire come si mescola, come si insinua, come si lascia avvolgere e avvolge il cibo; mi piace sentire il sapore dell'acqua fresca, sentire come tocca le papille rendendosi più o meno parte del corpo che l'assorbe. Mi piace sentire il profumo del cibo, delle spezie, delle erbe. Mi piace tutto ciò che i sensi mi possono regalare mentre mangio, mentre dormo, mentre cammino, corro, respiro . 
    E poi mi piace dormire, placida, tranquilla, con la consapevolezza che il mio tempo sta passando dormendo, sognando, rielaborando ciò che dovrò essere quando mi sveglio. Il piacere della posizione che cambia, della pesantezza delle palpebre, del tepore della nicchia rassicurante che mi creo assopendomi; la consapevolezza di poter essere qui e nel contempo poter essere nel mio mondo profondo. Il piacere di oziare, lento.
    Il tempo non è mio, lo lascio scorrere verso chi lo cerca. La vita è mia e di quella vorrei rendermi conto. Questo volevo dire, qui.

  26. melogrande ha detto:

    Elenco non esaustivo di cose prive di utilità per le quali vale la pena vivere

    guardare le nuvole all' alba
    I fiori
    Il profumo del bosco dopo la pioggia
    Camminare in montagna
    Il couscous col pesce e la torta di mele
    Il sorriso dei bambini piccoli
    Gli occhi di una donna bella
    i Beatles, i R.E.M., e Mahler
    passeggiare a Camogli
    sorseggiare chardonnay
    risolvere un rebus difficile
    leggere Cormac McCarthy
    scrivere i post
    i viandanti

  27. melogrande ha detto:


    molte delle cose che dice SAMOTHES
    il blog di Astrogigi

  28. melogrande ha detto:


    gli spaghetti al dente
    i quadri di Monet
    il mare di Sicilia quando ero piccolo
    le poesie di Yeats

    fermatemi

  29. astrogigi ha detto:

    Il bello di tutto ciò è che ognuno la pensa come vuole

    io adoro sgangiarmi da tutto ciò che mi zavorra e mi ingabbia nell'essere
    umano.

    potessi rizzare il corpo oltre le fronde e provo e poi riporovo e ritto sto per un momento…..

    do U remember BANCO ?

    ecco perchè detesto la tavola, i vini, i sommelier e la cultura del cibo, dello slow food…e tutta la "cultura" che ci gravita attorno, zavorra su zavorra che obnubila le menti, appesantisce i corpi e abbrutisce gli animi

    in vino veritas ?
    ma va la….la veritas degli sbronzi..

    con questo mi defilo dal dibattito perchè non voglio passare per colui che indica un peccato.
    sono ben altri quelli

    però non mi siederò mai ad un tavolo per ragionare se su quello stesso tavolo compare più di una tazza di the o di caffè.
    Dissertare masticando mi sembra poco educato ed assai poco elegante
    prima mangio magari un panino e poi dopo una coca cola, mi siedo al tavolo e ragiono magari per 3 giorni se l'argomento è ricco
    se poi devo passar la vita a lasciar passare il tempo, preferisco cavacarlo cercando sentori ben più intensi che quelli di spezie carni o dolci.

    ipse dixit
    e come disse Melo, si : in questo sono proprio glaciale: di cibi e vini ne ho proprio piene le tasche.

    se l'unità di taglia è questa
    io domani faccio sciopero
    della fame

  30. SAMOTHES ha detto:

    le gocce di rugiada su un prato di erba fresca all'alba,
    lasciarsi galleggiare sull'acqua di un mare calmo,
    immergere le mani in un barattolo di colore denso e avere voglia di mangiarlo
    la panna un po' ghiacciata del gelato che si scioglie fra la lingua e il palato
    il ronzio delle api
    sentire il formicolio dei muscoli delle gambe dopo una lunga camminata
    i cuccioli
    gli occhi dei cuccioli
    il gioco dei cuccioli
    i colori dei licheni sui sassi
    l'attesa
    il volo circolare di un falco
    il colore, il rumore e la danza del fuoco 
    i quadri di Rubens, Cezanne e Mirò
    la morbidezza di un cuscino di muschio al tatto
    l'odore di terra dopo la pioggia
    la tenerezza di un FUNGHETTO che si nasconde timido dietro a sasso
    i temporali estivi
    il rumore del rosicchiare di un topolino
    il rumore delle onde di notte
    le stelle in un cielo limpido in pieno inverno
    il profumo dei fiori di acacia
    gli occhi del gufo
    il musetto del ghiro
    i romanzi di Bukowski
    l'istante di curiosità quando si spengono le luci in un cinema
    la Musica ed il tempo, il luogo giusto per ascoltarla…. 
    la voce che vibra
    e….

  31. astrogigi ha detto:

    Noi vediamo, sentiamo, parliamo, pensiamo,

     

    ma non sappiamo quale energia ci fa vedere, sentire, parlare e pensare. E quel che è peggio è che non ce ne importa nulla. Eppure noi siamo quell'energia. Questa è l'apoteosi dell'ignoranza umana. (A. Einstein)

    quoto sottolineo e sposo

    e aggiungo: e mangiamo e beviamo e tutto ciò che mangiamo e beviamo alla fine si trasforma in……scarto

    un mio docente durante una notte in osservatorio se ne uscì con una frase che nella sua cinica sintesi racchiude molte verità: "gli esseri umani altro non sono che una fase transitoria di una sostanza che noi chiamiamo elegantemente feci. In pratica non facciamo altro per tutta la vita se non produrre M….."

    Mi rendo conto che era tarda notte ed il freddo era prossimo a valori in cui l'entropia è minima….eppure sono passati  quasi 40 anni in cui ho ricevuto ripetute reiterate e continue conferme….

    forse questo punto di vista mi ha privato delle gioie del produrre massa….ma non mi ha impedito di produrre energia….

    Gb Quixote

     

  32. SAMOTHES ha detto:

    Astro… il tuo insegnante prese la citazione da Leonardo. Sono millenni che l'uomo si è accorto che in prevalenza è quello che produce, ma il punto è che non è vero che produce solo quello. E ciò che introduci ti serve proprio per produrre quell'energia della quale parla Einstein. Nemmeno tu saresti nulla se non mangiassi, se non dormissi e se non ti occupassi di tutte quelle finzioni che tanto denigri. Non puoi essere solo pensiero e dal mio punto di vista direi: perfortuna. Credo, se non sbaglio, che anche Einstein producesse m….. e credo lo facesse anche Leonardo. La differenza sta nel fatto che loro hanno prodotto ben altro oltre alla m….
    Rinnegare ciò che siamo non ci aiuta ad evolverci; loro sapevano benissimo quali sono i limiti di un essere umano, perchè hanno introdotto materia per produrre l' intelligenza necessaria per capirlo. Lo fai anche tu, altrimenti non staremmo qui a chicchierare. La differenza sta nel modo in cui introduci materia per produrre energia e nel fine che ti poni. Il fine può essere fine a se stesso, come lo è per molti, oppure può cercare di andare un po' oltre al bestiale, ma il bestiale in sè non è da condannare a mio avviso, perchè è parte di noi, che ci piaccia o no. Tu rinneghi una parte di te stesso condannando l'assoluta importanza dei tuoi bisogni primari. L'eccesso non è utile e in questo concordo pienamente con te, ma l'attenzione alla percezione lo è, eccome. E si può e si deve porrre attenzione per essere consapevoli. Nemmeno Leonardo o Einstein se non avessero posto attenzione ai dettagli del reale avrebbero mai prodotto qualcosa che andasse oltre alla m… 

  33. astrogigi ha detto:

    sam, pensala come vuoi
    io prefersico mangiare poco, non bere e dare più peso ad altri livelli di soddisfacimento.
    non mi devi convincere ne farmi votare per te alle elezioni
    mi suona comunque offensivo, come ho sentito stasera in tv per le celebrazioni del 150.mo, che si dica che i migliori ambasciatori dell'italico spirito siano i vini.
    di questo mi vergogno profondamente
    ma molto profondamente
    e mi rifiuto di condividere il resto

    per il resto abbuffatevi quanto volete se vi da piacere
    a me produce solo fastidio
    rinnegare la mia parte biochimica ? certo
    lo faccio da sempre 
    e non sono neppure un brutt'uomo sai ?
    ma se sapessi che esiste un modo per sublimare a pensiero, frimerei al volo.

    te la lascio tutta la materia
    ma tutta
    io prendo l'energia
    ti lascio pizza tortellini e prosciutti
    vinii vinelli amaretti e amaroni

    mi prendo però tutti i neuroni

    ciao Melo.
    buonappetito

  34. SAMOTHES ha detto:

    Come più ti aggrada! Lungi da me fare opera di convincimento a chicchessia. Certe cose o si sentono o non si sentono. Solo, si può mangiare poco e con gran gusto, si può bere poco e con gran gusto e si può pensare con soddisfazione dei propri neuroni nutrendoli con la materia che regala ottime soddisfazioni; con gran gusto, insomma. Ma mi rendo conto che per chi non ci prova gusto, che gusto ci potrebbe mai essere? 🙂

  35. astrogigi ha detto:

    de gustibus disputandum non est.

    in effetti non associo gusto al gesto del mangiare e del bere, che considero fastidiose necessità biologiche purtroppo (per ora) non eliminabili.
    Quando potranno essere vendute le razioni degli astronauti, sarò senz'altro fruitore felice della pillola pasto che riduca a 2 secondi pro die lo spreco di tempo per il rifornimento ed a mg 0,5 il deposito di incombusto.

    L'appagamento di cui sento bisogna è purtroppo oltre l'orizzonte degli eventi….non sotto.

  36. astrogigi ha detto:

    …hai visto anche tu cosa succede nelle pozzanghere se si mangia troppo e si beve peggio….

    l'orizzonte degli eventi è un pò più in là.

  37. utente anonimo ha detto:

    La strada è ciò che hai per altre 56 stelle alte sulla linea dell'orizzonte.
    Per creare una nuova costellazione.

    hesse

  38. SAMOTHES ha detto:

    La pillola condensata? Quando ho letto, Astrogigi, son stata pervasa da una tristezza infinita, assoluta, che va ben al di là dell'orizzonte degli eventi. Quasi ho pianto… quasi. Quando caddi nella pozzanghera non avevo mangiato troppo e non avevo bevuto per nulla e un po' mi spiace… chissà cosa avrei visto fosse stato così. Chissà…

  39. melogrande ha detto:

    Astro, mi sa che le tue pillole (fra l' altro) rendono stitici…
    No, non mi fido, resto con la mia cofana di spaghetti.

    ("Cofana" è un' antica unità di misura, usata sin dai tmpi degli antichi romani…)

  40. SAMOTHES ha detto:

    Melo, l'idea della cofana di spaghetti mi ha rincuorato un po'.
    Va meglio, va molto meglio, grazie.

  41. astrogigi ha detto:

    Scoprire quanta gente usa pensare con il ventre da invece molta tristezza a me, specie nella nostra civilità dove la fame non ha più la valenza di 100 anni fa.
    Eppure siamo un popolo obeso, vizioso, papilloso.
    Celebriamo le glorie dei nostri vini, decantiamo la cucina italiana e spendiamo miliardi di euro che finiscono invariabilmente in fogna.

    La fame del popolo giapponese mi intristisce e mi da dolore
    Il decantare il cotto e mangiato mi intristisce
    Ripeto: sentire in tv l'orgoglio del vinicoltore che definisce i suoi prodotti i migliori ambasciatori della nostra cultura mi intristisce e mi offende.

    poi i nostri ragazzi si attaccano alla birra alle elementari e anzichè correre, rotolano

    Che cultura è questa ?
    Pancia batte cervello 10 a zero ?
    Mi nutro perchè devo.
    Non perchè mi piace
    Il piacere, il sussulto, il fremito mi viene dal prodigio della mente non dal basso molle.

    Non nego che 2 forchettate dalla cofana di Melo possano essere un idonea concessione al palato. Ma è la conversazione successiva che mi scalda lo stomaco.
    Successiva, non contemporanea: quando ho la bocca piena, preferisco stare zitto, ma non per concentrarmi sui sapori: per educazione.

    Sam, pensa che semmai ti capitasse di condividere un desco, avrai un costo di pochi euro per mantenermi sano: un'insalatona fresca e un the freddo al limone,e anche se preconfezionati alla lidl, a me bastano e avanzano. 
    in piedi e con piatti bicchieri e posate di plastica.
    7 minuti se ci aggiungi il caffè e ti libero dell'ingombro masticante.

    e oggi che si mangia ?

    'mpepata di cozze ?

    bon appetit

  42. SAMOTHES ha detto:

    Astrogigi, che schifo! Il tè al limone preconfezionato alla Lidl? Ma se bere il tè è un rito sacro!! La cerimonia per eccellenza! E guarda che non è un rito che costa di più solo perchè è sacro; si spende lo stretto necessario per procurarsi la materia prima e per riscaldare l'acqua. Chiedi a Melo, (tu permetti Melo?) che ha fatto un post sui vari modi che ci sono in giro per il mondo per bere il caffè, ad esempio! E che magari ci scriverà qualcosa anche sul modo di consumare il tè… (lo so, è impegnativo, ma Melo è uno impegnato, a differenza della sottoscritta). L'insalata semmai la prendo nell'orto qui sotto, quando sarà stagione. Piatti di plastica? Ma lo sai quanto inquini con quelli? E poi perchè di plastica!? Sei uno, mica centomila. Un piatto in più, anche due, anche dieci, si possono lavare e se sei ospite, ovviamente li lavi tu, così ti rendi utile. E cerca di star seduto quando mangi, che ti concentri meglio, anche in previsione della conversazione che segue…

    In tutto questo, l'eccesso, l'ingordigia non hanno nulla a che vedere.
    In tutto questo c'entra l'equilibrio. Se mangi bene sei più equilibrato.
    Se mangi il giusto i neuroni funzionano meglio.
    E questo tuo rifiuto, mi sovviene il dubbio che è spiegabile dal fatto che mangi male. 
    Affettuosamente parlando, ovvio.

  43. SAMOTHES ha detto:

    PS mi sento un po' ipocrita, ma l'educazione alimentare mica è cosa di second'ordine… va fatta e va fatta bene. Se poi si predica bene e si razzola male, pazienza… mica si può dar sempre ragione ad Astrogigi, no? Eh…

  44. astrogigi ha detto:

    Le creavo da bambino le costellazioni; mi divertivo a mischiare puntini sforzandomi di isolarne le configurazioni tradizionali più note: una delle più simpatiche che mi ricordo di aver evocato era quella della rana: ho poi scoperto quando a 4 anni iniziai a leggere libri di Stelle che quell'asterismo era già associato ad un altro animale a me molto caro: il Delfino: poche stelline raggruppate appena sotto la Via Lattea estiva che sembrano davvero un delfino che sta schizzando fuori dal buio per tuffarsi nel mare sterminato delle miriadi di stelle della Galassia….

    Anche quello era un salto, un tuffo, un andar verso quell'Oltre che da quei giorni innocenti non ho mai smesso di cercare.

    Come testimoniano i commenti precedenti, può succedere che rincorrendo un orizzonte degli eventi che ti portano oltre i confini specifici dell'uomo, ti capiti di scoprire quanto questi siano spesso assai ristretti e modesti se limitati alla componente "corpo"
    Ne apprezzi invece le inattese capacità quando cavalchi la sua fantasia, la sua irragionevole forza di autodeterminazione all'esistenza in un Universo magnifico, sterminato, elegante, armonico, del tutto estraneo alle miserie ed alle nefandezze di cui egli è pur semrpe capace.
    E vorresti essere solo pensiero, perchè anche se fonte spesso di grossi guai, è anche miracolosa espressione di arti, passioni, disegni, progetti, nodelli che vanno molto oltre la sua modesta dimensione.
    Pensa Melo: sulla Terra siamo in circa 7 miliardi: se ci mettessimo in fila tenendoci tutti per mano in un girotorndo attorno al mondo formeremmo un serpentone lungo circa 7 milioni di km.
    La luce impiegherebbe circa 20 secondi a passarci in rassegna tutti alla sua velocità di 300.000 km al secondo.
    Per portare le nostre immagini digitalizzate dall'altra parte della Via Lattea, impiegherebbe 100.000 anni !!!

    Voglio di più di una cofana di spaghetti dalla mia costellazione di 56 x 10 alla n Stelle…. 

    Ognuno ha il suo Oltre.
    Il mio è lassù

    Ciao Gente

    Buon appetito 

    GB

  45. SAMOTHES ha detto:

    Astrogigi, non è male, non è male il tuo Oltre, ammetto. Ma anche la cofana di spaghetti non è male, non è niente male. Ma e poi, che paragoni sono scusa!? E' ovvio che messa così non c'è storia! Eh… non è leale. E' come voler far ballare la parte del fiocco di neve nello Schiccianoci di Caikovskji ad un principiante da balera emiliana che non è mai andato oltre alla Mazurka della nonna. Eppure, eppure…lo spaghetto a fronte delle costellazioni… mah… seconod me non sono poi così distanti. 
    E una cofana di spaghetti mentre si osservano le costellazioni?
    Dici che è blasfemo? 

  46. astrogigi ha detto:

    Ho scritto per 2 volte un comemnto bizzarro con la cofana al posto del brodo primordiale all'origine dell'Universo ma per sta storia di ctrl c per copia incolla e splinder che rompe li ho persi entrambi

    lo rifarò ma dopo mangiato….
    a dop

  47. astrogigi ha detto:

    Allora: riproviamo.

    Samothes: di solito in Osservatorio si va a caffè, di quelli tosti sfornati dalla vecchia e consunta moka bialetti, fedele compagna di mille nottate: a Bologna ricordo sperimentammo diverse miscele BOMBA della premiata Torrefazione Filicori & Zecchini. Dopo 2 tazzine venivano sconquassati tutti i livelli quantici…..

    per il resto: sai come si dice….Ubi Maior Minor Cessat…..

    tuttavia possiamo provare una rilettura del Brodo Primordiale con una versione aggiornata alle recenti proposte della Cofana di MeloGrande….

    Dunque: gli Spaghetti si prestano felicemente come base dinamica poichè indotti dalla forchetta cosmica a quel moto rotatorio che contraddistingue le Celesti Sfere; inoltre il caotico (anche se non casuale) presentarsi di grumi di sugo giustificherebbe l'esistenza delle Galassie in quanto effetto di quelle primitive discontinuità ed addensati di materia.
    A proposito di Materia: Grano, Pomodorini, Olive (come costituenti dell'olio extravergine) ed il sale, assolvono egregiamente al ruolo di strutture di base nella tavola periodica degli Alimenti, e si inseriscono perfettamente nei bilanci relativistici sanciti e regolati dalla celeberrima E=Mc2, in quanto, se debitamente digeriti e metabolizzati,  in grado di convertirsi in Energia per alimentare ed accendere i cervelli…..

    Lasciamo la foglia di Origano quale rovello per i cosmologi magari nel suo ruolo di tocco divino all'insieme aromatico (anche i quarks hanno colori e sapori….)

    Dulcis in Fundo, la Cofana, simmetrico tegame in grado di reggere la matrice gravitazionale così ben descritta dalla Relatività Generale ed altresì in grado di presentarsi compatibile ai modelli quantistici che la vedrebbero piatta teglia contenitrice di un residuo anisotropico per spiegare buchi neri, punti neri, brufoli worm holes e singolarità spaziotemporali da cui raggiungere universi parallleli dove sono il sushi o la piadina i valori primitivi del menù delle teorie del Tutto

    C'è spazio anche per la radiazione cosmica di fondo a 3 gradi Kelvin come testimonianza fossile dei quattro salti in padella prima della sfornata e della pennichella successica, registrata dai radio telescopi come Ruttino fossile ancorchè inizialmente possente come Big Bang.
    va però accenanta anche la meno eroica visione di un'altra rescudescenza del piatto della creazione; quella di dantesca memoria descrittiva con l'augusto termine di Funzione Trombetta….

    Fortuna vuole che ancora non siamo in grado di rilevare gli odori con i radiotelescopi…… 

    Che ne dici Sam ?

    può andare ?

    (se mi leggono i miei studenti mi MANGIANOOOOOOOOOOOOOOOO) 

  48. SAMOTHES ha detto:

    Direi che se la perfezione esiste, il tuo Brodo Primordiale mixato con la corfana colma di spaghi, ci si avvicina alla grande!! Sono entusiasta di questo connubio (g)astronomico, entusiasta davvero! NOn vedo l'ora di sperimentare la cofana in un osservatorio, con tanto di caffè da Moka Bialetti che, ci tengo a dire, è mia fedele compagna dall'alba del mio tempo. 
    M'inchino all'arte del Gastronomo e se i tuoi studenti ti leggono, dovrebbero esser orgogliosi di averti come insegnante! Senz'ombra di dubbio alcuno! 

  49. astrogigi ha detto:

    Andata: devo solo far aggiungere in Agristellarium una tavola ad anello (intorno allo strumento principale) ed un adeguato numero di sedie.

    attenderei un meteo più mite cui aggiungere il gradevole effluvio di fioriture primaverili per la scorpacciata di spaghetti incofanati nel nostro AstriTurismo da 1 milione di Stelle, ma direi che la prenotazione a tuo nome è già stata registrata

    ciaooooooooo

  50. SAMOTHES ha detto:

    Son felice e lusingata! Attenderò con ansia la prossima primavera per poter entrare nel tempio astrologico dell'incofanata di spaghetti! GRAZIE! 🙂 e ciao

  51. astrogigi ha detto:

    AAAAAAAAAARRRRRRRRGGGGGGGGGHHHHHHHHH

    SAM !!!! tu rischi una pioggia meteoriticaaaaaaaaaaa
    un asteroide nel giardino !!!

    astrologia per noi è un insulto !!!!!!

    AAAAAAAAAAAAARRRRRRRRRGGGGGGGGHHHHHHHHHHH

    noi si parla di ASTRONOMIA, quell'altra robaccia li si occupa di oroscopi e superstizioni….

    ti perdono perchè mi hai sopportato a ruoli inversi.

    ma ti prego: mangerò di più, bene e piano; sorseggerò vino anche se non mi piace e sono astemio, magari mi faccio pure il dolce e l'ammazzacaffè…….ma per favore: astrologia no grazie

    ciaooooooooooooooooooooooooooooooo

  52. shappare ha detto:

    solo per dire… se a volte sei un temporale di marzo, potresti smettere di piovere almeno per un po'??

  53. melogrande ha detto:

    Non è colpa mia, shappare, te lo giuro, io ho solo introdotto la cofana, poi hanno fatto tutto da soli …
    Ma ti pare il caso, per due spaghi, fare tanto rumore ???

    Benché, devo dire, la teoria della cofana mi sembra molto ma molto più appetibile della vecchia versione con quell' insipido brodo primordiale come se fossimo tutti malaticci.

    E poi, lo spaghetto non ti pare molto ma molto più affine ad una superstringa ?

    (Adesso mi verrebbe da aggiungere che non han mai fatto male due fette di maiale, ma ho paura che si riaccenda tutto l' albero di natale fuori stagione…)

  54. SAMOTHES ha detto:

    Ooops! Hem hem… certo,certo, l'astrologia è roba blasfema, buona per i superstiziosi, con tutte quelle robe così poco scientifiche che non c'azzeccano manco a pagarle…. e c'è chi le paga lo stesso e fior di quattrini.
    NO, no Astrogigi, mi prostro e chiedo venia nonchè perdono e lo faccio umilmente e con cilicio annesso e connesso, fustigandomi innumerevoli volte e con insistente convinzione. HO il capo cosparso di cenere meteoritica e le lagrime, le lagrime agli occhi… sgorgano. Abbi pazienza. Son novizia. Son gnuranta. Son miserrima e distratta e come se non bastasse me piace magnà.  NOn è che non lo sapessi. E' stato un lapsus, una svista, un'imperdonabile mancanza… venia, chiedo venia.

    Il vinello lo porto io, leggero leggero che va bene anche per gli astemi, ok?

    Melo, noi si cerca il punto d'incontro fra l'astro e il profano: la metà dello spago, per capirci. Ci vuole il tempo che ci vuole; abbi pazienza. 

     

  55. astrogigi ha detto:

    preferivate mille commenti sull'unità ditaglia ?

    meglio 3 giorni di pioggia ininterrota (e lo dice uno cui il cielo serve sereno) che una puntata di annozero

    vieppiù, nonostante tutto esiste la libertà di non leggere oltre che di girovagare per altri mille mila blog magari anche di astrologia per farsi fare tarocchi e balocchi

    ciascuno ha i suoi cazzeggi: c'è chi li fa in rete e non danneggia granchè…c'è chi li fa dal vero e i risultati sono sotto gli occhi di tutti.

    se invece fossi tu Melo, ospite mio, a suggeriemi di ritirar la penna, mi defilo in men che non si dica pregando eventualmente sam di veleggiare dalle mie parti che nessun s'adombra.

    cmq mi picco di dire che ilcomemnto sul brodo-spaghetti non è male…mi sono divertito un sacco a pennellarlo….

    ciao gente
    grazie sam
    gran divertimento, milioni dne vorrei di gnurant buongistai così…

    mi sa che ti calcolerò un ascendente ad hoc…(non l'ho fatto neppure a mia moglie :-))

  56. feritinvisibili ha detto:

    .. la faccenda delle due fette di maiale mi ha fatto ridere Melo (tu sai perché..)
    Nell'immagine da destra: Meloviandante trasporta 56 stelle (ne sono visibili solo alcune), Samothes presenta gli spaghetti ad Astrogigi,  che si ostina a scrutare le stelle.
    Sotto di loro un branco di maialini discute il dafarsi

  57. melogrande ha detto:

    Astro !
    Dirti di smettere ? 
    Stai scherzando ?
    Qui è uno spasso…

    Hannah, 
    chiedo il disegno in posta, grazie (lo aggiungo alla collezione privata…)
    per te ordino bresaola, naturalmente

  58. astrogigi ha detto:

    Ehiiiiiii Hannah, io ho i capelli bianchi…pardon: color argento lunare….

    ahahahhahah

  59. feritinvisibili ha detto:

    Va bene Astro, prendo nota per il prossimo disegno

  60. SAMOTHES ha detto:

    Melo, l'ambiente qui è più che piacevolissimo e se non fosse stato per l'imboccata della cofana spaghettara, di certo non ti avremmo invaso il campo; ma come si dice? Ci sono argomenti che senza volerlo prendono il sopravvento quasi a nostra insaputa. E io che non son saputa di mio, non posso che soccombere.

    Astro, non so che dire! Questa cosa dell'ascendente DOC mi incuriosisce. Manco so cos'è, ma se mi illumini te ne sarò grata e m'inchino di fronte a cotanto onore!! L'ascendente di che vitigno è? Ed il calcolo consiste nella defiizione del quantitativo ingeribile da parte del singolo soggetto in base alla capacità di assimilazione e contenimento? In tal caso ti serviranno dei dati cormomentrici suppongo. O no? Sappi tuttavia che se non son astemia poco ci manca e al di là del bicchiere che degusto non ne tracanno altri. Così, giusto perche tu ti sappia regolare con il calcolo dell'ascendente. E grazie.

    Feriti, il mio ritratto è perfetto, specie il vestito color sole notturno è azzeccatissimo! Solo mi preoccupano i 3 porcellini che ho spiaccicato sotto ai miei tacchi. Mi puoi dare qualche rassicurazione per cortesia? grazie.  

  61. feritinvisibili ha detto:

    Tranquilla Samothes, i maialini sono resistenti, di quelli ad aria per intenderci, figurati se Astro starebbe seduto con tutti quei maialini veri sotto al tavolo…

  62. SAMOTHES ha detto:

    Meno male! Mi hai tolto un peso… dici che Astro non approverebbe la porcellinaia nell'osservatorio? Eh? 

  63. feritinvisibili ha detto:

    .. è che da lì sotto i maialini al massimo osservano i suoi.. (non mi far dire brutte parole Samo..) .. diciamo le scarpe di Astro

  64. capehorn ha detto:

    Giusto per non saper nulla dei fatti tuoi, o nostro amabile anfitrione, ma tutto il precedente é stato , perché é nelle tue intenzioni organizzare un'agape freterna notturna, nella quale AG, noto per le parche consuetudini alimentari ci allieterà con dotte quanto gradevoli dissertazioni sui cicli millenari delle stelle e di 56 in particolare.
    Nella quale Samo darà sfoggio di come sapientemente abbinerà vini e altri beveraggi alle innumeri cofane di spaghi, che tu appronterai con la mestria carismatica che ti contraddistingue.
    Attorno ad un fuoco robusto e allegro su cui rosoleranno due o più fette di maiale, giusto boccone sapido e rustico.
    Con Ferite, armata di tela e pennelli cui correrà il felice obbligo d'effigiare, con sapiente maestria, il momento nel quale si evidenzierà al fine quell'orizzonte degli eventi per il quale ci troveremo tutti, chi sopra e chi sotto finalmente di scoprirene la sua apodittica presenza.
    Per il momento, e mi appresto a cercarne uno, io porto mio fratello.

che ne pensi ?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...