C'è tempo …

Monte di Nese

Annunci

33 commenti su “C'è tempo …

  1. Pannonica ha detto:

    c’è sempre una dolcezza nell’attendere…

  2. RedPasion ha detto:

    me lo dico sempre
    c’è tempo
    e nel frat-tempo
    il tempo
    mi frega.

  3. tittidiruolo ha detto:

    c’è tempo..e tempo…

  4. RedPasion ha detto:

    il brano di Fossati è perfetto
    te lo rubo…

  5. feritinvisibili ha detto:

    Dal Qohelet
    TEMPO DI NASCERE, TEMPO DI MORIRE
    Tutto ha la sua stagione, ogni evento il suo tempo sotto il cielo:
    il tempo di nascere e il tempo di morire
    il tempo di piantare e il tempo di sradicare
    il tempo di uccidere e il tempo di medicare
    il tempo di demolire e il tempo di costruire
    il tempo di piangere e il tempo di ridere
    il tempo di gemere e il tempo di ballare
    il tempo di gettare le pietre e il tempo di raccoglierle
    il tempo di abbracciarsi e il tempo di allontanarsi
    il tempo di cercare e il tempo di perdere
    il tempo di conservare e il tempo di buttar via
    il tempo di strappare e il tempo di cucire
    il tempo di tacere e il tempo di parlare
    il tempo di amare e il tempo di odiare
    il tempo di guerra e il tempo di pace
    Ho visto gli impegni che Dio ha dato agli uomini per affannarli
    Tutte le sue opere sono affascinanti nel loro tempo.
    Nel cuore umano egli ha posto anche il senso dell’eterno, senza però che l’uomo riesca ad afferrare l’inizio e la fine della creazione divina.

  6. melogrande ha detto:

    Con piacere, red.

    Credo proprio che Fossati si sia ispirato al Qohelet o Ecclesiaste per la sua canzone, hannah, e del resto non è il primo, è un testo davvero problematico e per molti versi "disturbante".

    molta sapienza, molto affanno;
    chi accresce il sapere, aumenta il dolore.

    Eppure siamo qui.

  7. Morfea77 ha detto:

    …d’avere tempo…

  8. melogrande ha detto:

    …di camminare
    e di fermarsi, come in attesa di qualcosa…

  9. feritinvisibili ha detto:

    Un immenso vuoto
    un immenso vuoto: tutto è vuoto
    Quale valore ha la fatica che affatica l’uomo sotto il sole?
    ……
    Ho visto tutte le azioni fatte sotto il sole:
    ecco, tutto è vuoto e fame di vento
    …….
    (a proposito del "disturbante"
    nel Qohelet. Io lo trovo anche straordinariamente poetico)

  10. tittidiruolo ha detto:

    Quando ho scritto c’è tempo e tempo pensavo al brano di Qohelet.
    Grazie Hanna di averlo espresso..
    Non sto accettando il tempo nel modo che mi è concesso,
    in questo periodo sono sempre alla ricerca di altro..sempre un desiderio una aspirazione oltre…..

  11. melogrande ha detto:

    E’ una fortuna e una dote da tenersi ben stretti, titti.
    Finchè si continua a cercare si è certi di essere vivi…

  12. capehorn ha detto:

    A volte mi domando se il tempo sia un luogo creato da noi stessi a giustificazione della nostra esistenza.
    Il tempo ci giustifica e noi giustifichiamo lui, in una sorta di baratto nel quale ci applichiamo anche per rubare al tempo stesso, porzioni tali che ci permettano di fare e strafare.
    Ingordi come siamo di vivere anche le peggiori cose, il tempo che abbiamo acquistato ci pare sempre minimo e ne vorremmo di più, foss’anche per lasciarlo inutilizzato.
    E poi piangiamo su quello spreco e nel piangere scialacquiamo quello che ci resta e che dovremmo meglio ultilizzare.
    Siamo perfetti arruffoni di tempo e di noi stessi.

    Scusate per il tempo rubatovi, ma ho solo poco tempo da dedicare a parlare del tempo e come sapete di tempo non ce ne mai abbastanza.

  13. melogrande ha detto:

    Facciamo anche di peggio, cape.
    Inganniamo il tempo, e poi ci accorgiamo di essere invece noi ingannati.

    Perchè il tempo è denaro ma, diceva Paolini in uno spettacolo, il denaro non è tempo.

    Funziona solo in un verso, non è che coi soldi te lo puoi ricomprare indietro.

  14. melogrande ha detto:

     Grazie !
    Sabato mattina, colline bergamasche.
    Sul presto… 

  15. AromaEssenziale ha detto:

    mi piace così tanto il mattino presto….

  16. melogrande ha detto:

    … l’ ora muta delle fate, direbbe Fossati.

    Anche questa è scattata la mattina presto, in Trentino.
    Non mi avrebbe sorpreso veder saltare fuori un elfo.

  17. feritinvisibili ha detto:

    Ho dimenticato di dirti che condivido quello che dice Aroma, la foto è davvero bella, le luci, l’iquadratura.. è come una poesia.
    Più la guardo e più mi viene nostalgia e voglia di andare in montagna… sai ho vissuto per alcuni anni in mezzo alle montagne altoatesine, negli anni ottanta, e andavo anch’io spesso a camminare in alto.
    Buona giornata Francesco

  18. beaticomerane ha detto:

    volevo commentare ma poi leggendo i commenti non aveva più senso, era già tutto chiarito.
    però, siccome a me fa piacere che mi si lasci un segno quando si passa, ti dico che son passata, che la prima cosa che ho pensato è a quella canzone di fossati e che la foto mi piace assai. il risultato è stato un momento di quiete, che è cosa preziosa.

  19. melogrande ha detto:

    E così hai lasciato un commento bellissimo…
    Grazie davvero.

  20. utente anonimo ha detto:

    A proposito di Tempo. Per me fate discorsi troppo filosofici.
    io il tempo me lo immaginavo come un isieme di punti da collegare, tipo sett enigm, un quadro multidimensionale infinito, e tu che ci passi in mezzo e toccando un punto piuttosto che un altro (ogni scelta che fai) crei il tuo personale disegno. Quindi, passato, presente e futuro dovrebbero coesistere. ( In tutto questo, ci sta anche che ti sogni i numeri vincenti al lotto!! Così, per scherzare). Siamo corpi fisici, siamo polvere di stelle. Ma forse avete ragione, siamo anche della materia di cui son fatti i sogni.. forse per questo guardiamo uno spartito (statico) e immaginiamo la Musica (temporale). Ecco, la Musica si volge nel tempo o nello spazio?
    ora però vado a vedere chi o cos’è Qohelet.
    Ps non è per snobismo, manon so come si fa a lasciare il nikname, se si dice così
     

  21. utente anonimo ha detto:

    ..AH!

  22. melogrande ha detto:

    Anonimo, provo a dire la mai, sarò un po’ lungo e  ti chiedo scusa se magari non ho colto esattamente il tuo pensiero.
     
    A me non dispiace affatto la visione che proponi del tempo.
    Come unire i puntini della settimana enigmistica, solo che decidi tu quali puntini unire e che disegno creare.
    Va bene.
     
    Però c’ è il fatto che, una volta iniziato, non si può più tornare indietro sui puntini di prima, si può solo andare avanti, e più si va avanti e meno puntini restano disponibili per cui il disegno piano piano si va completando finchè si unisce l’ ultimo puntino, e…

    Questo capita col tempo.

     In tutto questo di filosofia ce né è assai poca, e l’ autore del Qohelet (avrai visto che è più noto come Libro dell’ Ecclesiaste, e citatissimo per il “vanità delle vanità") è un uomo preso dalla rabbia impotente e dall’ angoscia.
    Tutta una vita spesa ad unire puntini, a tessere un disegno bellissimo, e poi si deve comunque morire.    
     
    Ho considerato tutte le opere fatte dalle mie mani e tutta la fatica che avevo durato a farle: ecco, tutto mi è apparso vanità e un inseguire il vento: non c’è alcun vantaggio sotto il sole.

     Infatti, né del saggio né dello stolto resterà un ricordo duraturo e nei giorni futuri tutto sarà dimenticato. Allo stesso modo muoiono il saggio e lo stolto.


    Ho preso in odio la vita, perché mi è sgradito quanto si fa sotto il sole. Ogni cosa infatti è vanità e un inseguire il vento.
     
     
    Fin qui, dicevo, di filosofia non ce n’è, c’è rabbia ed angoscia.
     
    La filosofia in un certo modo comincia da qui, dal bisogno di provare a dare un senso a tutto questo affannarsi ad unire puntini.
    Trovare delle spiegazioni.
    Cercare una verità che renda forse meno vano questo transito.

    Un filosofo si fa le stesse domande che si fanno tutti, che si faceva tremila anni fa l’ autore biblico. Solo, cerca di portare queste domande all’ estremo limite a cui si possa arrivare, alla ricerca di una verità che non possa più essere messa in discussione.
     
    Per questo i filosofi elaborano risposte assai complicate  a domande in fondo molto semplici, chi siamo, che cosa possiamo davvero sapere, in che cosa possiamo sperare ammesso che qualcosa ci attenda. Cose così.

    Non si accontentano mai della prima risposta (“Abbi fiducia nel Padre”, conclude Qohelet).
    Cercano di andare oltre, continuano a chiedere perché, come i bambini.  
     
    Perché il tempo va solo in una direzione ? Nello spazio mi muovo come voglio, avanti, indietro, posso tornare sui miei passi. Nel tempo no, sono costretto ad andare sempre e solo in avanti. Cos’ ha di speciale il tempo ? C’ è qualcos’ altro che funziona allo stesso modo ?  
     
    In qualche maniera, c’ è un’ idea di fondo che sapere la verità possa aiutare ad esorcizzare la paura della morte. Che ne valga la pena.

    Magari è un’ illusione anche questa.  
     

    Ps Per avere un nickname devi registrarti su splinder, anche senza aprire un blog. Puoi però limitarti a firmare i commenti con un nome, vero o di fantasia, giusto per non doverti chiamare “anonimo”, che è proprio brutto.
    Ciao

  23. utente anonimo ha detto:

    Ciao! Se il Tempo esiste davvero, devo ringraziarti x quel che mi hai dedicato, a me!, che son capitata x caso e chissà come son riuscita a ripassare di qui..(potrei firmarmi Imbranauta… No, mi firmerò Lillo, anche se sono una signora di 53 anni, ancora x 4 giorni)  Ma tornando al dunque: Quel tipo non si è divertito -o , almeno, non era contento- mentre disegnava e intesseva? Ed inoltre,non si è accorto che magari qualcuno l’ha visto e si è rallegrato per i bei colori, e forse un po’ di quell’allegria se l’è portata sino a casa, dai suoi, che si son stupiti di non vederlo musone come sempre? Ed han cucinato qualcosa di più buono del solito, tanto che il profumo ha richiamato gli amici? E che tra gli amici ‘, due che non si parlavano da anni si sono ritrovati? eccetera. Puntini che e linee che si accavallano e che si snodano dappertutto. Se un trauma genera traumi per generazioni, anche un sorriso fa germogliare altri sorrisi. In saecula saeculorum. Questo per rimanere qui, in terra e sulla Terra. Tra vicini di casa, per così dire. Visto in prospettiva… tipo dal Cosmo..non so, è tardi per parlarne, anzi, per pensarci, DEVO dormire. Ciao e grazie, forse arrisentirci    Lillo

  24. melogrande ha detto:

    Non devi ringraziarmi, a me ha fatto piacere.

    La risposta alle tue domande è sì, probabilmente.
    La vita è una bella cosa, e lasciamo traccia di noi negli altri, d’ accordo.
    Ma per quanto tempo ?

    Io ho un ricordo distinto dei miei nonni, ma già dei bisnonni so pochissimo, il nome di qualcuno ed il mestiere di qualcun’ altro.
    Più indietro ci sono le tenebre assolute.

    L’ esistenza individuale è assai labile nella memoria,  anche se le tracce continuano a propagarsi come dici tu.

  25. utente anonimo ha detto:

    Sì. neppure di Bach rimarrà traccia alcuna, né dell’Umanità, se è per questo. Qui per alcuni entra in ballo la religione, piuttosto che la filosofia. Ma non so niente nè dell’una nè dell’altra. Sono lo stolto che sarà dimenticato insieme al saggio.  Ed allora abbasso il tono  questo (non son ancora ben sicura del risultato dei miei smaneggiamenti in rete.. chissà se arriverà)


                   Lillo

  26. utente anonimo ha detto:

    ed infatti ho inviato una roba che non so da dove è saltata fuori… cancella tutto!      LILLO

  27. utente anonimo ha detto:



      ci riprovo…   Lillo

  28. melogrande ha detto:

    Adesso sì !

    Grazie, ci voleva.
    Certo, rispetto  all’ eternità tutto si dissolve, però intanto Totò non è stato ancora dimenticato, e nemmeno Bach, e nemmeno Salomone.
    E’ già qualcosa, ed a  qualcosa pure servirà  fare dei bei disegni  …

  29. utente anonimo ha detto:

    pensieri, inquietudini, attese,
    parole trattenute
    ascolto il cuore
    e mi dico c’è tempo

    hesse

  30. utente anonimo ha detto:

    pensieri, inquietudini, attese,
    parole trattenute
    ascolto il cuore
    e mi dico c’è tempo

    hesse

che ne pensi ?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...