Buonanotte

 
Sento il vuoto, oggi. Un po’ me l’ aspettavo.
Tutti gli anni, di questi tempi, come una vecchia cicatrice quando cambia il tempo.
La ferita non c’è più, rimarginata da un pezzo, si è ricostruita la pelle sopra, solo rimane una traccia di colore diverso, più chiaro, quasi giallastro a segnare il tracciato dell’ antica lacerazione. La si può toccare, una vecchia cicatrice, non fa male, ci si può passare sopra la mano, premere con forza persino, nessuna conseguenza, non fa male.
Eppure certi giorni fa male. Fa male per conto suo.
Come se stesse chiamando, come se puntasse l’ attenzione e dicesse che quel fatto, quel trauma, quell’ incidente che ha inferto la ferita non deve essere dimenticato.
Ogni ferita fa parte di me, della storia, ha segnato l’ anima come e più del corpo, mi ha fatto cambiare, mi ha reso più vecchio e forse maturo.
 
E di tanto in tanto occorre che la cicatrice dolga, per ricordarmi di rendergli onore e memoria.
È giusto così.
 
Sedici anni giusti. Buonanotte, papà.

 


Annunci

5 commenti su “Buonanotte

  1. orsarossa ha detto:

    siamo tutti pieni di cicatrici.
    siamo un disegno divino che respira.

    certe volte è così difficile decidere di restare ancora in questo mondo.

    Un abbraccio ,oltre il virtuale .
    *Stella
    *O

  2. Morfea77 ha detto:

    la mia di cicatrice non si rimargina.
    forse non glielo permetterò mai.
    forse perchè mi sento sbagliata.
    ai suoi occhi.
    che non vedono più qui ma mi guardano da lassù.
    il 1° gennaio sarà un anno.
    che mia madre ci ha lasciati.

  3. feritinvisibili ha detto:

    Hai reso omaggio a tuo padre anche con questo post: nell’immagine che ne trapela attraverso l’amore di suo figlio.
    Penso che essere stati amati come genitori vale più di qualsiasi premio Nobel.

  4. capehorn ha detto:

    Anch’io porto quelle cicatrici. Mi ricordano la riscoperta di un uomo e della sua vita, ma soprattutto l’inevitabile mostrarsi di quella maturità personale, che troppe volte ho eluso, ignorato e forse deriso.
    Ora che c’é, la sento mi accorgo di quanto sia stampella per la balbuzie del mio incedere e di come deve essere valutata.

che ne pensi ?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...