Eredità

laghi gemelli
 
Vorrei darvi tutti i miei errori,
carissimi figli adorati,
come fossero esposti al museo,
reliquie di un tempo più arcano.
Vorrei li osservaste scrutando,
intuendone il senso profondo,
e vorrei ne teneste il ricordo
pur senza raccoglierne il male.
 
La mia vita vorrei presentarvi,
da esplorare con volo planato,
un paesaggio di boschi e rovine,
da percorrere e forse salvare.
Vorrei vi vedeste l’ amore,
la mia compassione e la cura,
celerei tra selvatiche foglie
il dolore di cui s’è imbevuta.
Annunci

14 commenti su “Eredità

  1. capehorn ha detto:

    Bellisimo testamento etico e morale.
    Non celerei il dolore provato, pur essendo quello una giusta intimità prorpia di ogni essere umano.
    A volte il pudore deve lasciar spazio alla giusta e nuda realtà, affinché i nostri eredi leggano, nei nostri dolori, i loro e ne siano in qualche modo consolati.
    CapeH

  2. melogrande ha detto:

    Non so, cape, in quache modo mi pare che siano più trasferibili gli errori, nel senso dell’ imparare da quelli altrui, piuttosto che il dolore, che a qualcosa vale solo se provato in proprio, e non per interposta persona.
    O forse è soltanto troppo intimo da condividere.

  3. capehorn ha detto:

    A volte il dolore provato è conseguente all’errore compiuto. Come pure il dolore può essere figlio di un’emozione troppo personale, di difficile esternazione. Indubbio è il fatto che di fronte al dolore ci si trova sulla linea di un confine incerto tra pudore e manifestazione, tra ricerca dell’oblio e testimonianza di un fatto.
    L’intimità dell’essere umano è una stanza la cui apertura non sempre è palese, il cui accesso è difficile e da trovare e da superare.
    CapeH

  4. dolcementeperte ha detto:

    Bellissimo testo….spesso tutto deve lasciare il posto alla realtà…bellissima immagine…guardandola mi sono venuti i brividi, amo quel tipo di immagini…sono le uniche che mi permettono ancora di sognare…ti auguro una dolce giornata…

  5. utente anonimo ha detto:

    Melanconico. Bello. Forte.Dolcissimo.

    Per te, Melogrande, un abbraccio e pensieri profumati di muschio e aria.

    Buon Anno.
    Loredana

  6. melogrande ha detto:

    Un abbraccio a te, Lori.
    Buon Anno

  7. phabia ha detto:

    Auguri di Buon Anno

    :)*

  8. RedPasion ha detto:

    più che la debolezza
    qui manifesti la parte più forte

    sembri una roccia
    una maestosa montagna rocciosa

    ma forse sono i postumi del virus che non mi fanno vedere la realtà

  9. melogrande ha detto:

    Red,
    ti confesso che maestosa montagna rocciosa non mi aveva mai chiamato nessuno, sia pure sotto i postumi di un virus …
    : )

  10. flash6155 ha detto:

    Non è facile setacciare gli errori ed estrapolarne il male, ripulendo il ricordo, perché il ricordo è legato alle sensazioni, gli errori e il male sono racchiusi da noi in delle categorie.
    Anche a me l’immagine associata al testo ha dato l’impressione di una grande forza.
    Buon anno!
    Rosalba

  11. nuccina1 ha detto:

    oggni vita è un percorso e come tale ci sono errori e cose positive.Gli errori fanno crescere e maturare ed io direi che fanno parte della vita stessa.

  12. melogrande ha detto:

    Avete ragione, naturalmente.
    E’ solo che mi era venuto questo pensiero, se si potesse trasferire la maturità che viene dagli errori facendoli vedere per così dire dall’ alto e da lontano, proteggendo dal contatto col dolore associato a quegli errori.
    Un pensiero un po’ ingenuo, lo ammetto.

che ne pensi ?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...