Una visione

All’ inizio fu solo un tumulto,
come un’ eco di tuono nel cuore.
Come un’ onda infranta sul molo
che si spezza e si polverizza
contro il sole in arcobaleno,
così dalla carne dolente
un’ immagine parve levarsi
di mutevoli occhi, e un sorriso
che mi parve dicesse “Puoi stare”.
D’ improvviso l’ immagine esplose,
si levò uno stormo di uccelli.
Rotearono alti nel cielo,
s’ adunarono come un ventaglio
per sparire tra urla stridenti
verso un sordo richiamo lontano,
lo schiumoso invisibile mare.
 
 

Annunci

10 commenti su “Una visione

  1. utente anonimo ha detto:

    si rincorrrono echi,
    si odono richiami.

    hesse

  2. ibridamenti ha detto:

    d’improvviso l’immagine esplose

    riparto da qui con questo verso nella mente. grazie, melogrande 🙂

  3. chiccama ha detto:

    versi che ho letto in piu’ riprese, perche’ mi lasciano sempre un retrogusto diverso, evocano a me immagini personali che posso incollare a situazioni e ricordi ..

    ***così dalla carne dolente
    un’ immagine parve levarsi
    di mutevoli occhi, e un sorriso
    che mi parve dicesse “Puoi stare”.**

    questi in particolare li trovo struggenti e li conservo per i giorni di pioggia..
    grazie
    chicca

  4. utente anonimo ha detto:

    Ho sentito l’odore del mare.

    Buona notte, Melogrande.
    Loredana

  5. melogrande ha detto:

    Dà una bellissima sensazione il fatto che ognuno si sia soffermato su un’ immagine diversa.
    Non potevo chiedere di più.

  6. emmart ha detto:

    qualcuno mi ha preceduto, non posso più commentare 🙂

  7. melogrande ha detto:

    @emmart
    eh, no, così non vale !

  8. emmart ha detto:

    no, è che
    l’immagine che esplode in frammenti e “vola via” animata di vita altra mi è rimasta davvero impressa,
    è una frase immaginifica al quadrato, se non di più 🙂

  9. utente anonimo ha detto:

    Ero in macchina, poco fa…Attraversavo il cavalcavia e ad un tratto una nube di coriandoli d’ali bianche e argento s’e’ levata nell’aria, sopra l’acqua del torrente, come un immagine fattasi mille pezzi e ri-composta in quel volo.
    …Mi sei venuto in mente.

    Loredana

  10. utente anonimo ha detto:

    In uno dei blog che mi piacciono ho scoperto i versi che qui trascrivo:
    “è di rugiada – è un mondo di rugiada – eppure eppure.”

    Sono versi che mi hanno fatto ricordare la tua poesia.

    Poeta giapponese: Kobayashi Issa.

    hesse

che ne pensi ?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...